Ecco come leggeremo libri nel prossimo futuro (secondo noi)

http://www.freedigitalphotos.net/images/Computer_Networks_g351-Hand_Pushing_Tablet_On_A_Touch_Screen_Blank_Interface_p134880.html

La tecnologia avanza a passi sempre più rapidi. 50 anni fa non avremmo mai potuto immaginare di raggiungere livelli e sofisticatezze tali da consentirci di leggere ovunque; connessione internet e supporti digitali sono invece diventati una naturale realtà del nostro tempo.

Volendo provare a “buttare” un occhio al futuro, partendo dalle tecnologie del presente, quanti e quali strumenti potrebbero prendere il sopravvento da qui fino ai prossimi 50 anni?

Di sicuro passi avanti sono stati fatti rispetto ai primi prototipi degli anni ’90 – per esempio con l’ereader a schermo flessibile – e proprio per questo, nonostante da più parti si lamenti l’inversione del settore (vi rimandiamo a quest’approfondimento del SOLE24ORE secondo il quale “In prospettiva resta da definire meglio il link tra parola scritta e social network. Connettere la comunità deglia autori ai loro testi e al loro pubblico. Quello dei lettori è però un mondo con regole non scritte e abitudini sofisticate. Le parole hanno forme non modificabili. I supporti proprio per questo hanno ampi margini di miglioramento.”) noi vogliamo osare e provare ad immaginare le tre più interessanti ed innovative evoluzioni nel campo degli ereader che potremmo (o, più esatto, vorremmo) aspettarci!

  1. un ereader componibile e richiudibile (magari tascabile) per essere trasportato veramente ovunque ma che conservi, una volta assemblato, le dimensione tipiche di un libro cartaceo;
  2. un ereader 3D per le pubblicazioni arricchite di molte immagini; pensiamo ai libri per bambini pieni di illustrazioni o ai romanzi e biografie storiche attraverso le quali potremmo vivere o rivivere eventi del passato come se ne fossimo testimoni fisici;
  3. un ereader pensante che, sulla base di pochi parametri (gusti personali, inclinazioni intellettuali, acquisti frequenti, ecc) sia in grado – autonomamente – di indicarci letture, autori e approfondimenti d’interesse.

E voi? Cosa vi aspettate dal futuro digitale?

Diteci quali, secondo voi, saranno le innovazioni del futuro o, semplicemente, cosa sperate venga realizzato. :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *