Pro e contro del leggere con un iPad mini

Recentemente siamo entrati in possesso di un piccolo e comodo iPad mini. Utilissimo per avere a portata di mano posta, fotocamera e profili social, si è rivelato anche un interessante archivio per centinaia e centinaia di libri in formato elettronico!

Tempo fa vi avevamo parlato del Kindle, testato ed utilizzato da Simone, che aveva anche stilato una sua personalissima lista di pro e contro di questo famosissimo e-reader.

Questa volta parliamo invece di iPad, un device che può essere anche e-reader ma non esclusivamente :)

Abbiamo scaricato i nostri libri preferiti di Edizioni Simple dallo store (l’iPad non legge esclusivamente file e-pub ma anche pratici pdf) e abbiamo letto a più non posso nell’ultima settimana. Ecco cosa è emerso:

PRO

  • l’iPad mini è leggerissimo, entra facilmente in un borsa stracolma o in un piccolo zainetto, e lo si può portare praticamente ovunque;
  • abbiamo scaricato circa una decina di titoli, più o meno “pesanti” (dove il peso fisico prima si misurava in kilogrammi, ora in megabyte), in un attimo;
  • ogni titolo ha un prezzo abbordabilissimo, in qualche caso non è raro imbattersi in titoli assolutamente gratuiti (per la gioia di tutti!);
  • tutti i libri scaricati vengono accatastati e organizzati in una libreria virtuale che, a colpo d’occhio, restituisce una panoramica intuitiva e esaustiva;
  • le pagine si estendono – per lunghezza e larghezza – in maniera quasi assolutamente speculare rispetto ad una reale pagina cartacea;
  • la vista non risulta minimamente affaticata, anche grazie a diversi accorgimenti che vengono messi a disposizione (è possibile modificare il grado d’illuminazione dello schermo, la grandezza e lo stile del font, ecc);
  • durante la lettura poi si possono sottolineare porzioni di testo, fare annotazioni o cercare informazioni in rete, tutti optional utilissimi se il testo in questione si sta studiando o approfondendo in maniera più specifica;
  • buonissima è l’integrazione con social e messaggistica istananea, non solo si possono condividere o inviare porzioni di testo, ma anche pubblicizzare l’intera pubblicazione verso amici e colleghi!

E ora passiamo agli aspetti meno funzionali:

CONTRO

  • come tutti gli “aggeggi” elettronici la tremenda icona “batteria scarica” si traduce in niente libri e niente letture;
  • si rischia di perdere facilmente la concentrazione, tra una notifica e un nuovo messaggio;
  • il contro più grande sta nella mancanza di fisicità che è propria di un libro cartaceo, con i diversi stimoli che mette in moto (tatto, odorato… per non parlare dell’affettività insita negli episodi che a quel particolare libro – e non alla storia, ma proprio al libro con le sue pagine, pieghe, appunti – ricolleghiamo).

batteria-scarica

 

Quindi, ricapitolando, i pro superano di gran lunga i contro. Ma voi che ne pensate? Usate già Kindle o iPad per le vostre letture? O non avete ancora provato?

Dite la vostra e buone vacanze! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *