Scrittori cercasi: un’opportunità di lavoro per voi

Vi riportiamo un’interessantissima opportunità!

L’azienda che collabora con noi di StampaLibri per il marketing, sta cercando uno o più valenti scrittori in qualità di ghostwriter su diversi argomenti, così abbiamo pensato subito di girare questa opportunità a voi che ci seguite e che avete la passione per la scrittura.

Si tratta di un lavoro come freelance, retribuito e serio.

Non entriamo nel merito dei compensi o del tipo di incarico che potreste ricevere, è una questione che affronterete direttamente se verrete selezionati, ma sicuramente tentar non nuoce. 
Ci teniamo a specificare che ci stiamo limitando a darvi questa dritta, in molti ci avete scritto per avere info maggiori. Non possiamo rispondervi ma possiamo suggerirvi di compilare il form che trovate al link di seguito e incrociare le dita ;)
Se volete inviare la vostra adesione dunque basta andare su questa pagina web e compilare nel modo più completo possibile il questionario. Ci vogliono solo 5 minuti.
Se volete avere più possibilità o velocizzare la selezione, allegate un esempio di una vostra creazione, anche una pagina…
Giusto per dimostrare il vostro stile e le vostre capacità. Potrete caricarla nell’ultima parte del modulo da compilare.

Se vi piace scrivere e volete iniziare a farlo diventare oltre che un hobby anche un lavoro o un’attività per arrotondare… questo è il momento di prendere una decisione.

In bocca al lupo!

4 pensieri su “Scrittori cercasi: un’opportunità di lavoro per voi

  1. Sono un poeta e scrittore(ho pubblicato 5 libri) e fin dalla più tenera età mi occupo dello studio degli Indiani d’America, della Micologia e dell’Erboristeria, facoltà quest’ultima nella quale ho poi conseguito nel 2010 la laurea presso l’Università La Sapienza di Roma. Fra l’altro ho anche pubblicato fumetti western e scritto alcuni articoli su varie riviste. Da vari anni conduco seminari sui Nativi d’America presso scuole medie e superiori o in seno a varie associazioni(sia Onlus o non).

    Di seguito, vi allego una pagina del mio ultimo libro dal titolo “Una storia dei nostri giorni”, un romanzo non ancora pubblicato che si batte contro l’omofobia:

    Senza pensarci lui acconsentì con un gesto del capo.
    Quando le fiamme iniziarono a saltellare qua e là senza sosta, entrambi cominciarono a gettare ad una ad una le pagine del diario. In breve, ciò che restava di quest’ultimo era solo un mucchietto di cenere.
    Dopodiché Marina, con tenerezza prese ad accarezzare la cenere, come sospinta da un gesto incontrollato, quando ad un tratto sotto le sue dita avvertì qualcosa di solido: “Che cosa…”
    Allora Carlo, memore di una situazione precedente, esclamò: “Ancora! E questa volta cosa hai scoperto?” e sollevò gli occhi verso il cielo.
    “No, non preoccuparti, è solo un pezzo di carta, – gli disse sorridendo – è tutto ciò che resta del diario.”
    “E’ vero, è solo un piccolo frammento… aspetta, sopra c’è scritto qualcosa!”
    Carlo bagnò un fazzoletto di carta e poi tolse tutta la cenere dalla piccola superficie. Un attimo dopo entrambi riuscirono a leggere: ^Grande Spirito, preservami dal giudicare un uomo non prima di aver percorso un miglio nei suoi mocassini.^
    “Ma questo è un detto degli Indiani d’America!” se ne uscì Marina.
    “Sì, e per essere precisi è un detto degli Apache. Abbiamo letto il diario da cima a fondo, ma non ricordo di aver letto questa frase e tu?”
    “No, non mi sembra. Tutto questo è strano, molto strano!”
    Allora Carlo sorrise e guardò negli occhi la moglie: “Mio padre ha voluto mandarci dall’aldilà un ultimo messaggio, un messaggio che non ha bisogno di essere interpretato … pensi che io sia pazzo a credere a tutto questo?”

    Ora non voglio annoiarvi troppo e Hinmut(è il mio nome indiano) vui saluta. A presto, a risentirci.

    messere.mauro@alice.it – cell.366/3564871 – Sito web: http://www.iondiani.onlus

    • Ciao Mauro, benvenuto e grazie per il commento :)

      Seguici per rimanere aggiornato sui nostri contest e venire pubblicato nelle nostre antologie di storie brevi in e-book!

    • Ci dispiace molto :( ci siamo limitati a segnalare il progetto sperando di fare cosa gradita e, soprattutto, ritenendo l’iniziativa seria e ben presentata. Hai fatto molto bene a condividere questo tira e molla via mail che poco ha a che fare col vero ghostwriting 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *