Stampalibri sostiene l’agricoltura sinergica!

Oggi vogliamo parlare di qualcosa che non ha molto a che vedere con la scrittura e la lettura ma che, in effetti, potrebbe interessarvi conoscere o approfondire.

Avete indovinato di cosa parliamo? Se ci seguite anche su Facebookforse sì! In caso contrario ci stiamo riferendo all’agricoltura sinergica :)

Si tratta di un metodo di coltivazione innovativo, elaborato dall’agricoltrice spagnola Emilia Hazelip sulla base delle intuizioni del noto agronomo giapponese Masanobu Fukuoka (pioniere dell’agricoltura naturale o “del non fare”, del lasciare che ogni cosa vada secondo natura, senza interventi esterni). L’agricoltura sinergica promuove meccanismi di auto fertilità del terreno, senza arature né concimi, associando le piante secondo alcuni semplici accorgimenti e seguendo sempre attentamente 4 regole fondamentali:

– non arare né zappare

– non compattare il suolo

– non concimare

– piantare e seminare insieme almeno tre specie diverse di piante

Dunque l’agricoltura sinergica e il suo studio, nascono proprio dall’osservazione dei processi naturali, dalla presa di coscienza che è necessario mantenere l’organismo suolo autonomo e in grado di rigenerarsi; i processi dell’autofertilità sono infatti alla base di questa pratica che sistematicamente favorisce il naturale equilibrio (e accrescimento) dell’ecosistema suolo.

Ve ne abbiamo voluto parlare perché apprezziamo e sosteniamo qualsiasi disciplina in grado di restituire – e non solo consumare – le risorse che l’ambiente mette a disposizione. Il tema ci riguarda tutti e speriamo di avervi resi partecipi ed entusiasti tanto quanto lo siamo noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *