Libri e tv: un connubio che funziona?

Ci sono programmi televisivi che parlano di tutto: cibo, film, attualità, sport. E ci sono anche programmi che (fortunatamente) parlano – solo – di libri.

Non si tratta di rubriche d’approfondimento inserite all’interno di un tg o di uno show più generalista ma di veri e propri format che pongono al centro di una trasmissione intera i libri, la lettura e gli autori!

PickwickPer un Pugno di Libri sono solo alcuni (e forse i più importanti e conosciuti, nati negli anni ’90) programmi che si sono occupati, nel tempo, di valorizzare il lato culturale ma anche ludico della lettura. Quiz, approfondimenti e giochi hanno permesso al pubblico da casa di interessarsi in maniera nuova, avvincente, attiva, all’universo libro reso, per contro, più accessibile dall’immediatezza dei linguaggi che sono propri del mezzo televisivo.

E come poteva mancare, di questi tempi, un reality sui libri? Si chiamerà “Masterpiece” e sarà un vero e proprio talent di scrittura. 6 puntate nelle quali i concorrenti si sfideranno a suon di battute per vincere il premio in palio: l’agognata pubblicazione.

Secondo voi potra funzionare? O è impossbile accostare un talent ad un’attività come la scrittura?

ps. a proposito di quiz, scrittori emergenti e inediti… avete espresso il vostro voto:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *